PROTESI FISSA

E’ compito della protesi dentale il recupero ed il mantenimento della funzione masticatoria, fonetica ed estetica della bocca dei nostri pazienti.

In stretta collaborazione con tutti gli altri specialisti orali (chirurghi, implantologi, parodontologi, conservatori, endodontisti, ortodontisti) al protesista spetta il compito di riparare i denti danneggiati e di sostituire gli elementi dentali persi mediante l’utilizzo di dispositivi protesici come corone e ponti supportati da denti naturali o da impianti.

1_protesiFissa
2_protesiFissa
5_protesiFissa
3_protesiFissa
4_protesiFissa
6_protesiFissa

Riabilitazione con corona in zirconio.

Pur avendo come principale obiettivo la salute orale ed il ripristino funzionale, nella terapia dei pazienti non si trascura il raggiungimento di un successo estetico, mediante l’utilizzo di materiali di ultima generazione che non prevedono ceramiche supportate da metallo, seppur nobile, ma da strutture ad alto valore estetico quale la zirconia ed il disilicato di litio con caratteristiche fisiche in grado di assicurare un eccellente risultato estetico anche nel caso di una spiacevole e imprevista retrazione del tessuto gengivale.

Rispettando inoltre i principi da noi condivisi di odontoiatria biologica, oltre a garantire un’eccellente resa estetica, queste realizzazioni protesiche sono caratterizzare da una altissima biocompatibilità con tutti i tessuti orali.

7_protesiFissa
8_protesiFissa

Riabilitazione protesica con materiali ad alta valenza estetica dell’arcata superiore: il paziente prima e dopo il trattamento.

Riabilitazione protesica superiore con sostituzione delle precedenti corone in metallo-ceramica : il paziente prima e dopo il posizionamento della nuova riabilitazione con corone in zirconia.

E’ possibile realizzare riabilitazioni complete o parziali dell’apparato stomatognatico ed in stretta collaborazione con la chirurgia implantare vengono effettuate riabilitazioni utilizzando impianti osteointegrati come supporto che permettono di risolvere casi di notevole complessità anche in presenza di edentulie (assenza di denti) molto estese e di notevole perdita di osso di supporto.

L’implantologia negli ultimi anni è stata protagonista di sostanziali evoluzioni sia nei materiali che nei protocolli. Tecniche come “All-on-4” e “All-on-six” ideate dal Prof. Paulo Malo (noto chirurgo orale portoghese, visiting Professor presso Univesità Vita-Salute San Raffaele) unitamente a sistemi digitali computer-assistiti, hanno consentito di ridurre notevolmente i tempi degli interventi ed il disagio del paziente: la chirurgia infatti è meno dolorosa (sia nell’ immediato che nel post operatorio), più veloce e sicura.

L’aspetto veramente innovativo di queste procedure è che permettono di restituire alla quasi totalità dei pazienti edentuli o con denti non più recuperabili, una dentatura fissa in poche ore con consegna di una protesi fissa superiore subito dopo l’ intervento.
Tali metodiche (“All-on-4”, “All-on-six”) inoltre si distinguono dalle procedure tradizionali per il ridotto numero di impianti e per l’ inclinazione con cui sono inseriti nei settori posteriori per riuscire ai sfruttare meglio l’osso residuo, eliminando nella maggior parte dei casi la necessità di ricorrere a innesti e ricostruzioni ossee, costose da un punto di vista economico e biologico per il paziente.